IC FAGAGNA

IL DIVIN PROGETTO

Come ricordare il Sommo Poeta in questo periodo di pandemia? 

La classe 2A ha pensato di allestire uno spettacolo teatrale… alternativo!

Durante le ore di compresenza tra lettere e arte del lunedì mattina, armati di forbici, ago e filo, i ragazzi si sono impegnati nella realizzazione di burattini. Ed ecco che Dante, Virgilio, Beatrice, San Bernardo, Lucifero, Dio, Conte Ugolino, Pier delle Vigne, Paolo e Francesca, Brunetto Latini, Caronte… hanno preso vita.

Gli alunni hanno tagliato le sagome di feltro, le hanno cucite, hanno preparato i vestiti, hanno caratterizzato i personaggi con coroncine di alloro, copricapi medievali, acconciature particolari.

Nello stesso tempo, grazie alle potenzialità di Google Classroom, si sono dedicati alla stesura dei copioni.

Il tocco finale? La creazione delle scenografie e delle musiche.

Il lavoro li ha impegnati per tutto il secondo quadrimestre e neppure il lockdown è riuscito a fermarli!

Ne è valsa la pena? Giudicate voi!


Dal recupero delle lattine.mp4

DAL RECUPERO DELLE LATTINE

Anche quest'anno gli allunni di 2^B e 2^C della scuola secondaria di primo grado di Fagagna hanno ideato e realizzato oggetti utili e belli adoperando materiali di recupero. Nella classe virtuale hanno poi caricato schizzi, foto e riflessioni sulle attività.

Programmando con Scratch.mp4

PROGRAMMANDO CON SCRATCH

Mentre l'emergenza sanitaria imposta dalla pandemia li ha costretti a rimanere a casa, interrompendo la frequenza in presenza alle lezioni, gli alunni di 1^B e 1^C della scuola secondaria di primo grado di Fagagna hanno continuato ad allenare la mente anche tramite il coding! Grazie al noto programma "Scratch", hanno rappresentato brevi storie, costruito videogiochi e fornito consigli di sicurezza informatica.

INFANZIA E BENESSERE DIGITALE

Nell'a.s. 2020-21 l'Istituto ha promosso un progetto per garantire il benessere dei bambini nell’approccio alle nuove tecnologie. Il progetto ha interessato le famiglie e gli alunni della scuola dell’infanzia. Gli obiettivi specifici sono stati:

-Informare le famiglie sulle buone prassi da attuare nell’utilizzo delle nuove tecnologie con i propri figli

-Integrare le competenze dei docenti nell’ambito dell’educazione all’uso delle nuove tecnologie.

Questi in sintesi i percorsi intrapresi nei tre plessi dell’istituto:

Le attività proposte nella scuola di Silvella sono state strutturate in modo da sensibilizzare i bambini a conoscere e riconoscere la differenza tra realtà e ciò che vedono dietro agli schermi. L’idea di base è di modificare, grazie ai dispositivi digitali, la realtà che i bambini hanno vissuto e di renderli consapevoli delle possibilità che le tecnologie offrono.

Ecco i nostri bambini diventati supereroi grazie alla tecnologia e al digitale!

Quali cose straordinarie si potranno fare grazie al telefono, cellulare, al tablet o al pc di HK 3600? Per i bambini della scuola dell'infanzia di Madrisio, i devices faranno tutte quelle cose che risultano “scomode”, come riordinare quando la mamma chiama, oppure colorare dentro ai contorni (basterà impostare il programma!).Prepareranno anche delle stuzzicherie, come i pancake o i panini farciti a tutti i gusti! Ma faranno anche delle cose davvero grandiose, come trasportarci in pianeti lontani per esplorare nuovi spazi e far vivere piante, fiori e alberi, salvaguardando Madre Natura. Ascoltare le loro idee spontanee a partire da un racconto inventato “ad hoc” è stata la prima fase del Progetto, che ha perseguito l'obiettivo di educare i nostri bimbi a tirare fuori i loro pensieri fantastici e a condividere la magia dell'utilizzo dei dispositivi del futuro.

Il progetto nella scuola di Ciconicco si è svolto in tre fasi:

1 dialogo esplorativo con ciascun bambino sull'uso del telefono in generale

2 esperienza di gioco con i palloncini per passare:

Dall’esperienza => il palloncino

Al disegno => disegno del palloncino

All'esperienza digitale => uso della tavoletta grafica per avere un oggetto digitale

3 Colloquio clinico: durante il quale sono stati messi a disposizione diversi strumenti: telefono a rotella, telefoni di diverse generazioni e tablet.

CIRCLE TIME

Al termine è stato fatto un circle time con i bambini per conoscere meglio i telefoni; dal vecchio telefono Sirio comparato con modelli moderni telefoni e tablet. Nel dialogo abbiamo imparato a conoscere il vecchio telefono ed il suo uso, e abbiamo esplorato la nuova tecnologia dei telefonini e delle loro potenzialità conoscendo ed esplorandone alcune funzioni. Il dialogo che aveva uno scopo esplorativo ci ha permesso di introdurre alcune funzionalità potenzialità di questi strumenti e di informare i bambini sull'uso adeguato degli stessi.

LE ANTICHE MURA DI FAGAGNA

Gli alunni di 2^B e 2^C della scuola secondaria di primo grado hanno arricchito di informazioni storiche la mappa di Fagagna utilizzando My Maps di Google e imparando a orientarsi meglio nello spazio circostante la sede dell'istituto comprensivo.

Notizie al volo.pdf

Il GIORNALINO DI 2^A

È nato tutto come un gioco, una sfida che ha avuto origine dalla correzione di un esercizio di grammatica. Subito la classe si è trasformata in una vera redazione: alcuni si sono occupati dell’attualità, altri dei giochi, altri ancora dei disegni e dell’impaginazione. Tutti insieme hanno deciso il nome del periodico e hanno utilizzato la Classroom per condividere gli articoli. I venerdì del secondo quadrimestre sono diventati l’appuntamento atteso per i nostri giornalisti in erba e, alla fine, è stato pubblicato il primo numero! Adesso non ci resta che augurarvi una buona lettura!




PROGETTO "Stadl an der Mur trifft Fagagna- Fagagna trifft Stadl an der Mur

Tra i progetti rimasti in sospeso causa emergenza epidemiologica e che si sono comunque potuti realizzare quello Stadl an der Mur trifft Fagagna- Fagagna trifft Stadl an der Mur ha permesso a studenti italiani e austriaci di confrontarsi insieme su temi quali la lingua e le tradizioni delle due regioni confinanti. Nonostante non sia avvenuto in presenza ma in modo virtuale attraverso un collegamento online, i ragazzi hanno potuto presentarsi vicendevolmente ai coetanei utilizzando la lingua straniera. La scuola austriaca ha partecipato allo scambio con tre docenti e circa dieci studenti e la scuola italiana con diciannove studenti e tre docenti.

Durante tutta la durata del progetto (settembre 2019/giugno 2021) docenti e studenti hanno lavorato utilizzando strumenti digitali per mostrare ai coetanei la propria cultura, lingua e stile di vita.

Per poter entrare in contattato con la cultura austriaca, i ragazzi della terza B della Scuola secondaria di I grado, coinvolti nell’attività, hanno avuto la possibilità di recitare delle scenette come fossero al ristorante e mangiare pietanze tipicamente austriache. Inoltre entrambe le istituzioni scolastiche hanno preparato dei filmati da pubblicare sul padlet per far conoscere il loro territorio e la scuola.

Obiettivo di questo tipo di esperienza la promozione del pensiero europeo e dell'internazionalità delle scuole partner, la trasmissione di esperienze lavorative e scolastiche per quanti coinvolti, studenti e docenti, nonché lo sviluppo delle competenze sociali e interculturali.